Leggimi o ascoltami

I cavolfiori si conservano in frigorifero per 4-5 giorni. Come i cugini broccoli sono noti per l’odore particolare che sprigionano in cottura, dovuto alla presenza di alcune sostanze contenenti atomi di zolfo che, con le alte temperature, si trasformano in gas emanando il tipico odore, che però può essere contenuto mettendo sul coperchio della pentola in cui viene cotto il cavolfiore un pezzo di pane raffermo imbevuto nell’aceto, che assorbirà la maggior parte dei gas sgradevoli sprigionati.

DOTT.SSA MARTINA DONEGANI
BIOLOGA NUTRIZIONISTA

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: un piccolo cavolfiore, circa g 600 – 1 pompelmo rosa – 50 g di gherigli di noce – senape dolce – prezzemolo – olio extravergine di oliva – sale.

 

Cuoci le cimette di cavolfiore nel forno a microonde per 5’ alla massima potenza, quindi lasciale intiepidire. Sbuccia il pompelmo, incidi ogni spicchio in modo da liberarne la polpa privandola della pellicina bianca. Disponi il cavolfiore in un’insalatiera, mescolavi gli spicchi di pompelmo e cospargi la preparazione con prezzemolo tritato e con i gherigli di noce spezzettati. A questo punto prepara il condimento: emulsiona 2 cucchiai d’olio con un cucchiaino di senape, 2 cucchiai d’acqua e un pizzico di sale. Guarnisci la salsina con qualche gheriglio di noce e presentala a parte, in modo che ciascuno se ne serva a piacere.